Home Cultura Cultura Vicenza

COLLETTIVA A VICENZA ISPIRATA A MIKLOS RADNOTI

533
CONDIVIDI
Nie Wiem Miklós Radnóti

Nie Wiem Miklós RadnótiVICENZA. 1 MAG. “Sotto una zolla splende la luna” è questo il titolo del progetto di visio-poesia del Collettivo di artiste italiane ‘Nie Wiem’.

La mostra è ispirata all’opera di Miklós Radnóti, poeta ungherese scomparso tragicamente nel 1944, in seguito a deportazione. Quando il corpo di Radnóti fu riesumato, nella tasca del suo cappotto fu trovato un taccuino, con scritti, fotografie, frammenti poetici, che ne mostrano il tenace attaccamento alla vita e la capacità di conservare la dignità, nonostante il destino di prigionia e vessazione.

A tale umanità e forza vitale, il Collettivo Nie Wiem vuole rendere omaggio con questa mostra, delicata e al tempo stesso radicale, sospesa sul filo tra memoria e quotidianità. Otto artiste, otto poesie, differenti immaginari visivi annotati sulle pagine di altrettanti taccuini, che si confrontano con la poesia di Radnóti, dando vita a dialoghi vibranti di parole e immagini.

La mostra collettiva “Sotto una zolla splende la luna” inaugurerà venerdì 8 maggio alle 18:30 presso la Gallerie d’ arte Mirror in Contrà Porta Santa Lucia 16/18 a Vicenza e resterà aperta fino al 6 giugno.

Artiste della collettiva: Alice Barberini,Cristina Sestilli, Cristina Storti Gajani, Elisa Negrini, Estella Guerrera, Loredana Cangini, Roberta Milanesi, Valentina Muzzi.

Comments are closed.